Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
BIZET Georges
(Parigi, 1835; ivi, 1875)

Una vita complessa, un concentrato di avversità. Le sue opere teatrali (“ I pescatori di perle”, “L’Arlesiana”) subirono o insuccessi o gravi disagi al momento di andare in scena. Nemmeno la sua “Carmen” il cui trionfo l’autore non riuscì a vedere, poté positivamente   impattare sul pubblico parigino nel 1875. Come scrisse Riccardo Allorto, “Carmen” ebbe il merito di spalancare la porta del teatro francese alle seduzioni del realismo, impregnata com’era di colore e di calore, la cui mediterraneità fu da Nietsche opposta alla filosofia e al sistema wagneriano. Non solo “Carmen”, però. Chi può si ascolti la bellissima “Sinfonia in Do magg.” del 1855. Gioiello ai più sconosciuto. (gnv)