Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
CAUDANA Federico
(Castiglione Torinese 4-XII-1878; ivi 29-VII-1963)
Rimasto orfano all’età di 3 anni fu affidato all’Istituto salesiano, dove fu allevato e dove trovò anche il suo primo maestro di musica in Giuseppe Dogliani.
Poi si trasferì a Milano, sempre ospite dei salesiani, per studiare al Conservatorio: organo con L. Mapelli e composizione con V. Ferroni. Qui si diplomò nel 1907.
Nella tarda estate del 1907 giunse a Cremona per prendere possesso del posto di primo organista e di maestro di cappella nella cattedrale, posto regolarmente vinto in un apposito concorso. In quel posto rimase fino alla morte (1963).
Agli impegni in cattedrale aggiunse l’istruzione della Schola del seminario, la direzione della corale “A. Ponchielli” e della banda cittadina.
Legato fin dagli inizi all’editore Carrara da vincoli di amicizia e di sintonia artistica, ne diresse autorevolmente i periodici: “Choro italico” (1932), “Musica orante”, “L'Accademia Musicale” (1937-1943).
Compose e pubblicò un grandissimo numero di mottetti e altre composizioni vocali e una quantità imprecisata di pezzi per organo e armonio
Alla quantità di musica si accompagnava indubbiamente la facilità e la gradevolezza della stessa. Le composizioni uscivano dalla penna del Caudana con estrema naturalezza e con altrettanta immediatezza venivano recepite e godute.