Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
CILEA Francesco
(Palmi, 23-VII-1866; Varazze 20-XI-1950)

“Adriana Lecouvreur” è la sua opera più nota, quella che lo mise in evidenza dinnanzi al pubblico internazionale insieme alla meno fortunata, ma non per questo meno amata dal compositore, “L’Arlesiana”. Dopo La rappresentazione della tragedia in tre atti “Gloria” (Teatro alla Scala, 15 aprile 1907, direttore Toscanini) la sua attenzione di compositore si rivolse alla musica da camera, al sinfonismo, alle pagine per pianoforte e alla musica vocale. Fu direttore dei conservatori di Palermo e di Napoli, in quel S.Pietro a Macella dove aveva studiato da giovane mettendosi in luce con alcune sue composizioni premiate e con il melodramma “Gina “ lì rappresentato e dove già era possibile intravedere la forte tempra vocazionale per l’opera lirica