Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
CORREA DE ARAUXO Francisco
(Siviglia, 16-IX-1584; Segovia, 31-X-1654)

Giovanissimo era già all’organo della chiesa di S.Salvador a Siviglia. Doveva quindi essere un talento naturale e anche dotato di un certo carattere se arrivò, nella maturità, a cercarsi altri posti di lavoro visto che era entrato in urto con il collegio sacerdotale sivigliano. Eccolo dunque a Segovia, dopo, il 1536,  dove suonò per 14 anni chiudendo la vita in povertà estrema. Era un artista dei “tientos”, di quelle composizioni organistiche, cioè, assimilabili alla “fantasia” tastieristica, pagine tipiche della tradizione spagnola. Il “tiento” era una forma che,  consegnata in mani capaci, esplorava le possibilità dello strumento, una sorta di “studio” ante litteram in cui i soli Cabezon e Cabanilles tennero testa all’arte di Francisco Correa.