Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
CRUGER Johann
(Gross-Bressen, 9-IV-1598; Berlino, 23-XI-1663)
Lo troverete anche come Kruger. E lo  troverete in molti ritratti del ‘600 con quello sguardo vivacemente arguto e indagatore in un volto decorato da due sottili baffetti e da un pizzetto onnipresente. Quasi un  marchio di fabbrica. Il vero marchio è pero quello del teologo e del musicista e , a ben guardare anche quello del viaggiatore di cultura. Austria, Ungheria, Boemia, Moravia,  Sassonia, prima di approdare a Berlino: Kantor di san Nicola. In un aspetto della sua vita è singolarmente bachiano: cinque figli dalla prima moglie e quattordici dalla seconda! Uomo riservato, dedicò ogni sforzo alla musica quale pedagogo e teorico di elevata preparazione. Le sue composizioni sono ricche di contrappunto e di retaggi veneziani nell’impianto a più cori, si intravvedono i primordi delle cantate, si palesa l’arte di condurre con coerenza le parti strumentali. Ma il patrimonio che ci lascia questo musicista prussiano, é lo splendore “moderno” delle sue melodie per i corale liturgico o per il Lied comunitario destinato ad una felice comunicazione musicale. Ancora oggi, molte assemblee, non sanno che intonando un corale, si affidano al canto elegante di questo prussiano dalla felice e sincera melodia. (vencelius)