Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
D’AGINCOURT Francois
(Rouen, 1684 – ivi, 1758)

La carriera la iniziò a Parigi come organista della Madeleine. Correva l’anno 1710 e il nostro metteva sul piatto la buona scuola vissuta con Boyvin e Lebègue. Ma vinse il concorso di organista della Cappella Reale e diede altro impulso al suo operare. Si sono ricuperati da manoscritto 46 pezzi d’organo qualificati come interludi per il “Magnificat”. Sono pagine che nella forma si riallacciano a Lebègue, per quel che riguarda la capacità di modulare, di elaborare un certo nervosismo ritmico, ricordando quasi le maniere italiane. La graziosità del loro cantare, ha però qualcosa dello spirito mondano. Sembra che la preferenza del nostro compositore vada al “Récit de Nazard” le cui linee si distendono su ritmi cullanti, o anche ai concerti di flauti. Accanto a questi versetti vanno collocati altri 42 pezzi che completano il lascito del musicista di Rouen. (gr)