Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
D’AQUIN Louis Claude
(Parigi1694; ivi, 1772)
Colori, grazia, maestà ed eleganza sono i tratti caratteristici delle pagine di questo valentissimo esecutore e compositore parigino. Fanciullo prodigio precede Mozart concertando davanti a Luigi XIV all’età di sei anni. Allievo di Marchand, anch’egli grande organista, ammirato da Rameau, fu alla Cappella Reale e titolare a Notre Dame dal 1755. Tutto sommato fu un tradizionalista consacrando definitivamente l’estetica cuoperiniana e arricchendola di un gusto del tutto particolare che gli apparteneva quasi naturalmente. Ci è rimasto poco di questo artista ma i suoi guizzi sulle melodie del natale transalpino bastano a farci apprezzare la grandezza e a
farci immaginare cosa potevano essere le sue improvvisazioni su strumenti ricchi di timbri e di sonorità scintillanti che trasmigravano dal duo al trio, su ance, flauti e ripieni. Basta mettere le mani sulla tastiera e aprire la pagina sul “Noel X” in sol maggiore per potersi sentire a Notre Dame in pieno ‘700. (gnv)