Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
DONATO Baldassarre
(?, ca. 1530 - Venezia, prob. giugno 1603)
Ha passato la vita a litigare con Zarlino che a fine carriera sostituì alla direzione della cappella di San Marco nel 1590.
Non state a sacrificare tempo nell’inseguire il contrappunto arcaicizzante che il nostro adotta con particolare importanza nella sua produzione sacra. E neanche l’ipertrofica esperienza dei cori battenti, musica d’obbligo per uno che voleva fare il maestro di cappella a Venezia. Gustatevi la produzione profana. “Chi la gagliarda, donne...”, oppure “La verginella è simile alla rosa”....Molto meglio la freschezza delle sue villanelle napoletane che ebbero successo, a quel tempo, insieme ai suoi madrigali che dimostravano attenzione alle sortite di Willaert ma che non eguagliano la leggerezza stilistica delle pagine “leggere” così felicemente contaminate dalla chanson francese. E allora  gli editori del tempo preferirono ristampare più volte le felici allusioni musicali all’amore che si cantavano sul ritmo danzante del buon Baldassarre...(vencelius)