Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
FORABOSCHI Antonio
(Cividale del Friuli, Udine, 29-XII-1889; ivi, 6-X-1967)

Discendente di una famiglia in cui si respirava “aria musicale” (il padre suonava il flauto e la madre il mandolino - come la sorella - uno zio il contrabbasso), nella casa paterna erano frequenti le visite di Jacopo Tomadini e Giovanni Battista Candotti.
Antonio mosse i primi passi musicali nella soffitta su un vecchio clavicembalo. Ordinato sacerdote nel 1913, studiò con Ubaldo Placereani, compositore e organista del Duomo di Udine. Dapprima organista a San Daniele del Friuli, fu quindi il successore di Giovanni Pigani quale maestro di cappella del Duomo di Cividale.
Numerosissime le composizioni sacre (oltre 150 tra messe, salmi, inni, antifone e motetti), poche invece quelle organistiche, alcune commissionate dall’amico Ulisse Matthey. Non mancano opere di ampio respiro, per orchestra d’archi e fiati. Un oratorio “Praecursor Domini” (con l’annotazione “da rivedere l’orchestra” del 1949), venne completato da Daniele Zanettovich.