Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
LUTI da SIGNA Giuseppe Lorenzo
(Porto di Mezzo di Signa, Firenze 1791; La Verna 15-VI-1858)

Il padre Sobriello Luti, anch’egli musicista, lo avvia sin da piccolissimo allo studio della musica. A soli quindici anni veste l'abito francescano quale novizio nel Santuario della Verna, dove nel 1807 ha la sua professione solenne. La padronanza della tastiera dell’organo di questo giovanissimo adolescente, porta subito i suoi superiori ad affidargli l’incarico di organista del Santuario. Dopo la sua Consacrazione Sacerdotale, con il benestare dei suoi superiori, ottiene di perfezionarsi in composizione, organo e pianoforte. Si trasferisce a Lucca nel convento di S. Francesco, e qui segue le lezioni di composizione con il canonico Marco Santucci. Dopo l’esperienza trascorsa a Lucca, padre Luti, forse proprio su indicazione dello stesso maestro, si trasferisce a Napoli per perfezionarsi ulteriormente con il celebre maestro Nicola Zingarelli.
La musica di Padre Luti è tipica del suo tempo, risente degli influssi teatrali del melodramma sia nella scrittura che nella scelta dei registri dell’organo. Riconosciuto compositore di talento ed apprezzato esecutore all'organo ed al pianoforte, fu anche valido insegnante.