Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
PASQUINI Bernardo
(Massa e Cozzile, 1637-Roma, 1710)
Brillantissima vita di cembalista e di organista. Già in gioventù sedette all’organo dell’Accademia della Morte a Ferrara, sulla panca che era stata di Luzzasco Luzzaschi e di Girolamo Frescobaldi. A Roma fu titolare alla Vallicella e alle basiliche di Santa Maria Maggiore e Santa Maria in Ara Coeli. Ma il fulcro della sua operatività stava presso la famiglia Borghese della quale era il rinomato “cembalista di camera” . Animatore della vita musicale  romana, si esibiva dinnanzi ad altrettanto potenti famiglie capitoline quali i Chigi, gli Ottoboni, i Pamphilj. Nei palazzi nobiliari lo si poteva ascoltare quando accompagnava complessi strumentali in cui concertavano con lui Arcangelo Corelli,  il secondo violino Matteo Fornari allievo dello stesso Corelli, il Bononcini e il Lulier ai violoncelli. I musicisti raccontavano:” Chi avrà ottenuta la sorte di praticare o studiare sotto la scuola del famosissimo Sig. Bernardo Pasquini in Roma, o chi almeno lo avrà inteso o veduto sonare, avrà potuto conoscere la più vera, bella e nobile maniera di sonare e di accompagnare”. Da lui accorsero: Muffat, Krieger, Casini, Gasparini, Zipoli, Durante e molti altri. Lo stesso Haendel venne ad abbeverarsi. Chi passa per Roma si fermi nella Basilica di S.Lorenzo in Lucina. Lo troverà sepolto lì. (gnv)