Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
PASSALACQUA Cosma
(S.Eufemia d’Aspromonte, Reggio Calabria, 26-XI-1906; Genova, 29-IX-1985)
Apprese i primi elementi musicali da Giuseppe Parisi prima di entrare in seminario da cui uscì sacerdote nel 1929 con anticipo e dispensa della S. Sede perchè di età inferiore ai 24 anni prescritti. Nel 1930 si trasferisce a Roma per studiare al Pontificio Istituto di Musica Sacra. I suoi insegnanti saranno Refice (composizione), Manari (organo), Ferretti (gregoriano), Casimiri (direzione di coro). Rientrato in Calabria insegnerà musica fino al 1939 quando è chiamato a prestare servizio pastorale presso la Reale Badia di Mileto. Nei primi anni ‘50 si trasferisce a Genova presso la parrocchia di S. Zita. Nel capoluogo ligure insegna presso la scuola diocesana e tiene concerti organistici proseguendo l’attività di compositore. Completerà infatti la trilogia del “Libro d’oro della musica liturgica” (repertorio delle scholae cantorum, 80 pezzi; repertorio degli organisti, 60 pezzi; repertorio del popolo, destinato all’assemblea). Autore di cinque messe, musicologo stimato da Franco Abbiati e Giulio Confalonieri, lascia un interessante testo romanzato, “Prigionia di un artista”, sulla vita e le opere di Luigi Cherubini. (da "Le Firme dell'Organo")