Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
PETRALI Vincenzo

nacque a Crema il 22 gennaio del 1830. Dopo aver ricevuto dal padre Giuliano le prime basi, proseguì e completò nel 1847 i suoi studi presso il Conservatorio di Milano. Nel 1849 divenne organista della Cattedrale di Cremona, posto che lasciò nel 1852 per trasferirsi a Bergamo. Ottenne successivamente incarichi anche a Brescia, Crema, in Sicilia, e nel 1882 a Pesaro, ove insegnò fino alla prematura morte, avvenuta il 4 Novembre 1889 a causa di una mallatia epatica.

Noto soprattutto come organista, la cui fama di improvvisatore, testimoniata dalle cronache dell’epoca, divenne leggendaria. Pubblicò un numero consistente di composizioni per questo strumento, ad indirizzo sia liturgico che didattico; verso la fine della propria esistenza si accosta agli indirizzi estetici promulgati dalla riforma ceciliana, senza mai rinnegare però le caratteristiche dell’organo classico italiano.

Oltre alla produzione organistica, Petrali scrisse quattro opere, molta musica da camera, per banda e musica sacra per vari organici, oggi purtroppo ancora quasi totalmente dimenticata.