Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
PURCELL Henry
(Londra. 10-IX-1659 – ivi, 21-XI-1695)

Scrive Giuseppe Radole:”Già allievo di Blow, divenne, nel 1679, accordatore dell’organo dell’Abbazia di Westminster. Nel 1682 fu indicato come organista alla Cappella Reale e, un anno dopo, compositore ordinario dei violini del re. Morì a soli 37 anni, quando l’Inghilterra era tornata definitivamente protestante, sotto Guglielmo d’Orange. Considerato giustamente come il maggior compositore inglese, la fama gli deriva specialmente dall’opera “Dido and Aeneas”, ma fu fecondo (incoraggiato dalla restaurazione di Carlo II) anche nel campo della musica vocale, sacra e profana, e in quella da camera, tra cui molte pagine per tastiera. All’organo, purtroppo , ha riservato poca attenzione. Troviamo un “Verso in Fa”, “4 voluntaries”; una “voluntarie” in la, di introduzione al salmo 100, basato sulla melodia liturgica, posta in evidenza alla maniera del medio registro spagnolo. Da notare che in una delle “voluntaries” possiamo trovare l’indicazione “for Cornet”. Tutto il resto della sua musica per tastiera, è riservato al cembalo.”