Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
ROBERDAY Francois
(Parigi, 1624 – Auffargis, 1680)

Sul frontespizio della sua opera che ci è stata tramandata  c’è scritto:” Fughe e Capricci a quattro parti messe in partitura per l’organo”.  L’autore mostra un trattamento della polifonia di prim’ordine e, sebbene il contrappunto sulle note lunghe non sia da virtuosi, lo stile e il rigore dell’opera denotano un musicista capace di elaborare il dettato musicale degli italiani e la dottrina dei brani organistici in stile contrappuntistico della scuola organistica francese. Era parente di Jean-Henry D’Anglebert, famoso, a quei tempi, sul “mercato” francese dei tastieristi. Buon docente, fu organista presso Notre-Dame de Victoires e presso la chiesa dei Petits-Pères. Mentre era nel villaggio di Auffargis, vicino a Parigi, una epidemia se lo spazzò via. In contrappunto. (gnv)