Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
SILVERI Domenico
(Tolentino, 31/10/1818 – ivi, 21/9/1900)

Il secondo anno della rivista di Casa Carrara “I Maestri dell’Organo” (siamo nel 1930) si apre con una paginetta che oggi rappresenta una preziosa rarità storico/musicale. Il titolo:”Armonia Religiosa che viene eseguita dalle trombe d’argento al Sanctus della Messa Papale in S.Pietro”. Il trascrittore era l’allora giovane organista lombardo Paolo Mauri.
L’autore è certo Domenico Silveri, rampollo di una nobile famiglia marchigiana, il quale ebbe la ventura di trovarsi a Roma all’interno del Corpo della Guardia Nobile Pontificia, l’istituto militare preposto all’incolumità fisica e alla sicurezza personale del Papa. Contemporaneamente il Silveri studiava musica e si cimentava sul violoncello. Ebbe l’ardire anche di scrivere e far eseguire al Teatro Argentina, nel 1847, una sua sinfonia oltre a romanze per voce e strumento. Fu così che all’elezione del marchigiano Mastai Ferretti, divenuto papa nel 1846 col nome di Pio IX, al nostro non parve vero di offrire una pagina musicale da eseguirsi alla prima messa del suo venerabile conterraneo. Nasceva così “L’Armonia Religiosa” che ottenne uno strepitoso successo popolare. La cosiddetta marcia pontificia fu adottata da quell’anno per le occasioni speciali e tenne il suo ruolo fino al 1970! Fu Paolo VI a sopprimerla nell’ambito della riforma della Corte Pontificia. Ma nel 2008 l’inno è stato restaurato per volontà del Santo Padre Benedetto XVI e del Maestro delle cerimonie, mons. Guido Marini. L’inno è conosciuto in tutto il mondo ed è stato acquisito prima come “The Silveri trumpets”, ovvero “Le trombe di Silveri”. Poi, non so quale genio della pubblicità e dell’immagine, ha fatto saltare una “i”. Ed ecco “The Silver trumpets” ovvero “Le trombe d’argento”. Musica da papi! (gnv)