Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
SPETH Johann
(1664 – 1719)

Organista del duomo di Augusta, pubblicò nel 1693 “Ars magna consoni et dissoni” che contiene 10 toccate, versetti sul magnificat, arie con variazioni. Le toccate di questa raccolta ricordano quelle di Muffat ma sono più brevi e sono costruite secondo lo schema: toccata, fugato, toccata con le sezioni toccatistiche caratterizzate da lunghi pedali. I versetti del magnificat, sette per ognuno degli otto toni, vengono organizzati secondo il modello di Kerll: praeambulum, cinque versetti, finale dove il primo è più sviluppato, l’ultimo riprende lo stile della toccata e gli intermedi sono brevi fugati. L’opera chiude con un gruppo di variazioni su arie:”La Todesca”, “La Pasquina” e “La Spagnoletta” (gr)