Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
TANEEV Sergej Ivanovic
(Mosca, 25-XI-1856; ivi, 19-VI-1915)

Di Ciajkovski, suo insegnante di composizione, suonava splendidamente il Concerto n.1. Doveva avere una bella tecnica, quindi. Il conservatorio di Mosca lo volle poi come insegnante, prima di armonia e strumentazione, e poi di pianoforte e composizione. Matematico, filosofo, appassionato di storia, fu anche teorico della musica ed erudito scrittore di cose musicali con il suo “Contrappunto imitativo in stile severo”. Ci mise 20 anni ad articolarlo e lo fece seguire dal “Trattato del canone e della fuga”. Così che qualche sua composizione, dove si fa notare una trilogia drammatica, qualche sinfonia per orchestra, quartetti e quintetti e la tradizionale liederistica, spesso e più soggetta al ragionamento che non al cuore. Era un nobile e dalla sua famiglia trasse le basi culturali per il suo percorso esisenziale.