Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
VITTADINI Franco
(Pavia 9-IV-1884; ivi 30-XI-1948)
Studiò al collegio “S. Francesco” di Lodi, dove usufruì delle lezioni musicali di E. Pozzoli. Passato al Conservatorio di Milano ebbe a maestri V. Ferroni, A. Galli e C. Andreoli e come direttore G. Gallignani. Un primo incarico lo trovò per breve periodo come maestro di cappella alla prepositurale di Varese. Poi tornò a Pavia e vi rimase fino alla morte, intensamente e quasi esclusivamente dedito alla composizione sia sacra che profana. Nel 1924 fu nominato insegnante e direttore del Civico Istituto Musicale. Uomo religioso, trovò naturale scrivere per la chiesa; e lo fece con continuità e convinzione. Infatti appare tra i primi collaboratori dell’editore Carrara; dal 1915 la sua musica ha sempre impreziosito il catalogo dell’editore bergamasco. Ma aveva scritto e continuò a scrivere per altri editori. In tutto compose 16 Messe per vari organici vocali e organo: “Messa solenne in onore di S. Siro” (A.T.B.), 1909; “Missa secunda in honorem Sancti Joannis Baptistae” (2 voci uguali), 1910; “Missa tertia pro defunctis” (T.T.B.), 1911; “Missa puerorum” (1 voce; esiste anche una versione a 2 voci, A. Br.), 1913; “Messa costantiniana In hoc signo vinces” (C.T.T.B.), 1913; “Missa Sanctae Crucis” (T.T.B.), 1914, tutte di edizione Centemeri di Monza. Inoltre: “Messa settima in onore di S. Rita da Cascia” (2 v. Pari), 1916 ed. Bertarelli; “Missa jubilaris anni sancti 1925” (A.T.B.; esiste anche la versione T.T.B.), 1925; “Missa jucunda” (T.T.B.; esistono anche le versioni A.T.T.B. e A.T.B.), 1932; “Messa gaudiosa in onore della B.V. di Lourdes” (A.T.T.B.), 1934; “Messa Cristo Re” (A.T.B.; esiste anche la versione T.T.B.), 1939; “Grande Messa Tu es Petrus” (A.C.T.B.), 1941; tutte di edizione Carrara. Ancora: “Missa Regina pacis” (A.T.B.; esiste anche una versione a 2 voci bianche), 1946, ed. Ricordi; “Messa Stella Mattutina” (2 v. pari), 1947; “Messa Mater purissima” (per C. oppure C. e Br.), 1948; “Messa Tabernaculum Altissimi” (A.T.B.), 1948; tutte e tre di edizioni Casimiri. Tra i mottetti: “Adoramus Te” a 2 voci pari; “Et dominabitur” a 3 voci miste; “Tantum ergo” a 3 voci miste. Per organo o armonio parecchi coloriti pezzi, pubblicati per lo più nelle varie annate delle riviste Carrara; tra questi “Dodici Pezzi Originali” ne “L’Organista italiano (marzo 1920), 40 composizioni furono riunite nel volume “La Vittadiniana”