Profilo generico | Registrati! | Gestione profilo
RICERCA TESTUALE
Cerca
News & Eventi
Partecipiamo tutti agli auguri al M° Giancarlo Parodi per il suo 80° compleanno
In occasione del prossimo 80° compleanno del M° Parodi, abbiamo pensato di avviare un'iniziativa editoriale di musica organistica in due Tomi raccolti in cofanetto, a lui molto cara. Un’antologia di pezzi organistici, scritti tra il 1966 e il 2017, fino ad ora inediti, che molti compositori hanno scritto, dedicato e consegnato al M° Parodi nel corso della sua lunga carriera. In tutto 36 opere di 31 autori, per un totale di quasi 500 pagine, che rappresentano un formidabile spaccato della letteratura organistica italiana degli ultimi 50 anni.
Un’iniziativa editoriale per esprimere i nostri e, se vorrete, anche i vostri  più calorosi auguri al Maestro, riconoscendo in lui un musicista straordinario, un organista di grande virtuosismo, sensibilità e talento che tutto il mondo ammira.
Tutti coloro che entro il 15 giugno prenoteranno l’opera (con un prezzo riservato di Euro 55,00 anzichè Euro 110,00) avranno il loro nome stampato in ordine alfabetico nella “TABULA GRATULATORIA” pubblicata all’inizio dell’opera, in segno di partecipazione agli auguri al M° Giancarlo Parodi.
 
For the upcoming 80th birthday of M.° Giancarlo Parodi, we offer a precious edition of organ music (two volumes in a box). An anthology of organ pieces written between 1966 and 2017 and until now unpublished, that many composers wrote and dedicated to Maestro Parodi during his career. The 36 works by 31 authors, for a total of almost 500 pages, represent a formidable cross-section of Italian organ literature of the last 50 years.
An editorial initiative to send our warmest wishes to M.° Parodi, recognizing him as an extraordinary musician, an organist of great virtuosity, sensitivity and talent whom the whole world admires.
Those who will order the work by June 15 (with a reserved price of € 55.00 instead of € 110.00) will have their name printed alphabetically in the "TABULA GRATULATORIA" published at the beginning of the work, as a sign of participation in the greetings to M.° Giancarlo Parodi.
3° Concorso di Composizione "Comm. Vittorio e Vinicio Carrara" - 2018
Cari amici di Casa Carrara,
non poteva mancare, per chiudere un triennio ricco di comunicazione e misura liturgica, la terza edizione del Concorso intitolato al Comm. Vittorio e Vinicio Carrara, il cui centro di attenzione diventa la nostra Rivista Polyphonia (nel 2016 fu "Celebriamo" e nel 2017 "L'Organo nella Liturgia").
Tra i tanti successi promossi da "Polyphonia" nei suoi 27 anni di vita, uno dei più evidenti è stato il mottetto "O Sacrum Convivium" di Luigi Molfino, ormai nel repertorio di cori di tutto il mondo.
Prendendo spunto dal successo internazionale di queste righe del Maestro milanese, invitiamo i Compositori a partecipare alla nostra nuova edizione del Concorso attraverso la riproposta del testo "O Sacrum Convivium" con la struttura polifonica che caratterizza da sempre l'espressione estetica e poetica di Polyphonia.
Il mottetto dovrà essere scritto a sole quattro voci miste (S.C.T.B.), naturalmente a cappella e in piena libertà espressiva e stilistica.
Come nelle precedenti edizioni del Concorso, la rosa delle composizioni prescelte dai redattori di Casa Carrara verrà sottoposta al giudizio finale da parte della Giuria popolare rappresentatta da tutti gli Abbonati alle Riviste Carrara.
Tutti gli abbonati (a qualsiasi rivista Carrara), riceveranno un fascicolo della rivista "Polyphonia" con le sei Opere finaliste e la scheda di votazione.
Inviamo il nostro grazie anticipato per la collaborazione che ci offriranno i nostri amici abbonati in questo frangente di "vita polifonica".
Gian Franco CARIGNANI vince il 2° Concorso di Composizione "Comm.Vittorio e Vinicio Carrara" 2017
Anche questa seconda Edizione del Concorso “Comm. Vittorio e Vinicio Carrara - 2017”, che ha visto la partecipazione di 36 compositori e centinaia di Abbonati delle Riviste Carrara che con il loro voto hanno decretato il risultato finale del Concorso, è stato un successo del quale non possiamo che esserne orgogliosi e riconoscenti.  Un grazie sincero a tutti coloro che, con la loro partecipazione, hanno reso il Concorso  un evento sentito e di successo.
Anche se una classifica prevede un giudizio di merito, abbiamo la convinzione che l’essere tra questi sei finalisti sia sinonimo di un grande riconoscimento per le opere musicali presentate, in questo originale, unico e particolare confronto che ha avuto, anche in questa seconda edizione, l’obiettivo di proporre la Messa d'organo come momento di preghiera e di arte.
Ci preme aggiungere che Casa Carrara ha voluto riconoscere un particolare valore alla sua “Giuria popolare” rappresentata da tutti gli Abbonati alle Riviste Carrara, come segno di trasparenza e di futuri fruitori della musica proposta. In questo senso è stato interessante constatare la diversificazione delle scelte dei nostri Abbonati che hanno via via premiato tutte e sei le composizioni. Il risultato non è altro che la somma di valutazioni provenienti da molteplici e variegate culture musicali.
 
ESITO FINALE DEL CONCORSO 2017
 
1° classificato - Gian Franco CARIGNANI  -  punti 3.549
Motto "In stile antico"
2° classificato - Paolo VIGO -  punti 2.990
Motto "Quod scripsi, scripsi"
3° classificato - Giancarlo COLLEONI  -  punti 2.951
Motto "Ave Maris Stella"
4° classificato - Daniele TOFFOLO -  punti 2.847
Motto "Voci corali ad libitum"
5° classificato - Andrea RUTIGLIANO -  punti 2.613
Motto "Acti labores jucundi"
6° classificato - Enzo MARCUZZO  -  punti 2.496
Motto "Nulla dies sine linea"
Ci ha lasciati Don Ivo Meini: un grande uomo, un Sacerdote a tutto tondo, un musicista universale.
Una perdita incolmabile e una grande tristezza per Casa Carrara. Per esprimere il nostro stato d'animo avremmo mille aneddoti da raccontare ma crediamo che lo scritto del M° Francesco Gabellieri, nostro strettissimo collaboratore, nonchè allievo e successore designato proprio da Don Ivo, possa rappresentare uno spaccato della sua vita e delle sue opere:
 
"Un grande capitolo della storia volterrana si è concluso lunedì 6 novembre con la scomparsa del nostro amato don Ivo.
Per me la circostanza è ancora più triste e dolorosa, perché don Ivo è stato sempre una presenza significativa nella mia vita: prima di tutto un maestro, ma anche un nonno e un amico sincero.
Don Ivo ha sposato i miei genitori, mi ha battezzato e seguito in tutto il percorso cristiano, ma soprattutto mi ha educato fin da bambino alla musica sacra, a quella “vera” musica sacra in cui ha sempre creduto e per la quale si è speso nel corso di tutta la sua vita. Quante ore passate con lui nel suo studio a parlare di musica, a studiare, a sottoporre alla sua attenzione e al suo giudizio, severo ma competente, le mie composizioni, ad ascoltare i suoi consigli e le sue critiche, sempre però con me benevole e costruttive!
Conosciuto in tutto il mondo per la sua musica, popolarissima in Italia, ma anche oltralpe, uno dei più grandi riconoscimenti ai suoi meriti musicali gli era giunto nel 2012 in occasione dell’Anno della Fede, quando il suo inno Credo Domine fu scelto quale inno “mondiale” e tradotto e cantato in tutte le lingue, addirittura in arabo. Ricordo bene la sua gioia: i suoi occhi brillavano quando me lo fece suonare in anteprima all’organo del Duomo, prima di spedirlo in Vaticano!
Troppe cose avrei da dire su don Ivo... So per certo che mi mancherà tanto. Sono contento di essere stato ieri sera a trovarlo, per l’ultima volta, a casa sua: sono stato lì accanto a lui per tre ore, era molto stanco e respirava a malapena con la bombola dell’ossigeno. Ho voluto fargli riascoltare l’ultima sua composizione, un O sacro convito scritto a fine agosto e dedicato al Coro della cattedrale: lo ascoltava assorto e alla fine ha sussurrato con un fil di voce: «è molto devoto». Poi mi ha detto: «caro Francesco, non respiro più», quasi un suo ultimo affettuoso saluto… Le parole sono insufficienti a esprimere i miei sentimenti in questo momento e le lacrime iniziano a scendere… Spero solo di essere stato per lui quello che una volta, nel 1997, scrisse di me sulla Spalletta: «la mia gioia è particolarmente intensa […] perché vedo in lui, in un prossimo futuro, un collaboratore competente, fidato, sincero, un degno successore che mi renderà gioioso l’atteso (e spero meritato) riposo». Ciao don Ivo." (Francesco Gabellieri)
 
In memoria di Don Ivo, Casa Carrara e i suoi collaboratori hanno deciso di donare a tutti proprio quest'ultima composizione. Potrete scaricarla qui sotto nel formato pdf.
2° Concorso di Composizione "Comm.Vittorio e Vinicio Carrara" - 2017
Cari amici di Casa Carrara,
il successo della Concorso intitolato al “Comm. Vittorio e Vinicio Carrara”-2016 dedicato alla composizione di una Messa assembleare è stato significativo e, se mi permettete, di grande impatto mediatico.
Sull’onda di questa positiva sensazione di un amore per la Musica Sacra mai sopito e ancor oggi vivo nell’immaginario collettivo, ecco che la nostra Casa Editrice si presenta già con un secondo Bando di Concorso (2017) dedicato questa volta alla Messa d’Organo.
Con questa terminologia indichiamo il genere musicale che la tradizione ci ha consegnato per illustrare i momenti processionali della liturgia: Introitus, Offertorium, Communio e Exitus. In questa struttura, il compositore potrà utilizzare il “suo colore” disegnando l’atmosfera liturgica di una Messa per l’Avvento, oppure per il Tempo natalizio, per la Pasqua o per la Pentecoste, oppure ancora mariana. Naturalmente il compositore avrà anche la libertà di esprimersi liberamente in una Missa Dominicalis per annum. I singoli brani non dovranno superare le due pagine. L'intelligente uso di quella che comunemente chiamiamo "misura liturgica", favorirà l'ingresso di una composizione nella rosa delle opere prescelte per il giudizio finale da parte della “Giuria popolare” rappresentata da tutti gli Abbonati alle Riviste Carrara che riceveranno un fascicolo con le sei messe finaliste unitamente alla scheda per la votazione. L’ampiezza e la libertà di poter “argomentare” in questi ambiti liturgici riteniamo possa rappresentare l’occasione per una ancor più grande partecipazione e di nuova creatività per la consolle dello strumento liturgico per eccellenza.
Ai nostri Abbonati, ancora una volta, l’ònere e l’onore di un prezioso giudizio che ci consegnerà, tra i sei finalisti che le Redazioni delle Riviste andranno loro a proporre, il vincitore del Concorso 2017.
 
Dear friends,
the success of the 1st Composition Competition "Comm. Vittorio and Vinicio Carrara "- 2016 was significant and of great media impact.
Based on this positive feeling, our Publishing already offers the second edition of the competition (2017) dedicated this time to the Organ Mass:
Introitus, Offertorium, Communio and Exitus. In this structure, the composer will create a Mass for Advent, or for Christmas, for Easter or Pentecost, or even Marian. Of course the composer will also have the freedom to compose a Missa dominicalis per annum. The individual pieces must not exceed two pages. Using this "liturgical measure", favor the entry of its composition in the possible works selected for the final judgment by the "popular jury" represented by all Subscribe to Magazines Carrara who will receive a publication with the six finalists to be put to vote.
To our subscribers, once again, the honor of judgment that will decide the winner of the competition in 2017.
Visconti vince il 1° Concorso di Composizione "Comm.Vittorio e Vinicio Carrara" 2016
innanzitutto un grazie sincero a tutti i compositori, a tutti gli abbonati e ai componenti dello staff di Casa Carrara che con il loro entusiasmo hanno consentito la realizzazione del Concorso intitolato al “Comm. Vittorio e Vinicio Carrara” rendendolo un evento sentito e di successo. Un'avventura musicale che ha coinvolto 31 compositori che hanno partecipato al Concorso e, tra tutti gli Abbonati alle nostre Riviste, circa 400 che con il loro coinvolgimento e il loro voto hanno decretato il risultato finale del Concorso.
Anche se una classifica prevede un giudizio di merito, abbiamo la convinzione che l’essere tra questi sei finalisti sia sinonimo di un grande riconoscimento per le opere musicali e liturgiche presentate, in questo originale, unico e particolare confronto che ha avuto, in questa prima edizione, l’obiettivo di rilanciare la Messa come momento di preghiera e di arte.
Ci preme aggiungere che Casa Carrara ha voluto riconoscere un particolare valore alla sua “Giuria popolare” rappresentata da tutti gli Abbonati alle Riviste Carrara, come segno di trasparenza e di futuri fruitori della musica proposta. In questo senso è stato interessante constatare la diversificazione delle scelte dei nostri Abbonati che hanno via via premiato tutte e sei le composizioni. Il risultato non è altro che la somma di valutazioni provenienti da molteplici e variegate culture musicali.
 
ESITO FINALE DEL CONCORSO
1° classificato - Mauro Visconti  -  punti 3.408
Motto "Mio Dio, tutto ciò che tu vuoi lo voglio anch'io"
2° classificato - Lorenzo Mauri -  punti 3.016
Motto "Nella gioia dello Spirito"
3° classificato - Daniele Toffolo  -  punti 3.000
Motto "Danest"
4° classificato - Francesco Gabellieri -  punti 2.952
Motto "Non moriar sed vivam"
5° classificato - Maurizio Fabbian -  punti 2.776
Motto "Benediciamo il Signore in ogni tempo
6° classificato - Luigi Del Prete  -  punti 2.496
Motto "Stella polare"
 
Abbiamo anche il piacere di comunicare che, considerato il successo di questa iniziativa, stiamo predisponendo il Concorso 2017 destinato, questa volta, alle pagine per organo liturgico.
Pagina 1 di 10